28 giugno 2016

+++ULTIM'ORA+++ Addio Europa,E' UNA VALANGA! ECCO il secondo REFERENDUM richiesto


L'effetto domino è iniziato. La valanga inizia ad ingrossarsi. Dopo il Regno Unito e la Brexit, è il momento del secondo Paese che vuole affrancarsi dall'Europa: l'Austria, che da mesi si "scorna" con Bruxelles in primis per le questioni relative all'immigrazione. Dopo la consultazione britannica, infatti, il vicesegretario nazionale dell'Fpo, il partito nazional-liberale, mister Norbert Hofer, ha chiesto ufficialmente il referendum anche per Vienna. Si tratta della prima volta che un leader della destra populista austriaca parla esplicitamente di quella che è già stata ribattezzata Oxit, un'ipotesi sostenuta in un'intervista al quotidiano viennese Osterreich.

Ma non è tutto. Sulla stessa linea sarebbe anche il segretario nazionale dell'Fpo, Heinz Christian Strache: avrebbe cambiato linea nel giro di pochi giorni. Infatti, all'indomani della vittoria del "leave" nel Regno Unito, Strache si era limitato a complimentarsi con i britannici per la "sovranità riconquistata", per poi pronosticare la fine della Ue se non ci sarà a "un profondo e ampio processo di rinnovamento". Nessuna richiesta esplicita, dunque, che invece ora, almeno stando a quanto sostiene la stampa locale, potrebbe arrivare a strettissimo giro di posta.

Il punto è che i leader della destra nazional-liberale austriaca avrebbero già steso una road-map e stabilito i tempi: vorrebbero il referendum entro un anno. Hofer ha dichiarato: "Se l'Ue continua a svilupparsi in maniera distorta allora per me sarebbe giunto il momento di dire: ora si dia la parola ai cittadini austriaci". E ancora: "L'Ue si sviluppa nella forma di una Unione centralizzatrice, anziché ritornare ai suoi valori fondamentali. Se non vengono poste entro un anno le necessarie misure, allora l'intero processo è fortemente compromesso". E, dunque, inizierà l'iter che potrebbe portare al secondo distaccamento da Bruxelles.

Dietro l'accelerazione di Strache, che da euroscettico si sta per trasformare in "eurosecessionista", potrebbero anche esserci ragioni elettorali. Il punto è che sulle elezioni austriache, vinte da Alexander Van der Bellenper poco meno di 31mila voti, pende un ricorso. Nel caso in cui la Corte costituzionaledi Vienna si pronunciasse a favore dell'annullamento delle consultazioni, l'Fpo di Hofer potrebbe fare leva sulla possibilità del referendum per vincere le elezioni presidenziali.

Fonte: Liberoquotidiano.it

16 commenti:

Unknown ha detto...

Mah... io forse sarò anche un idiota al solo pensarlo, ma non capisco proprio perchè chi oggi vuole l'opportunità di uscire, debba indire l'artefizio che porta a tale azione tra un anno e non subito. E' come se ci si rendesse conto che la barca affonda e do il comando di calare le scialuppe a barca affondata!
A questo punto trovo persino insano pensare, se sarei io l'idiota.

Anonimo ha detto...

Questo non lo hanno detto al telegiornale:Secondo un sondaggio dell'Ipsos Mori,ancor prima che l'Inghilterra lasciasse,altre 8 nazioni vorrebbero almeno chiedere un referendum per uscire dall'unione europea (l'articolo sul sondaggio lo trovate sul sito zerohedge.com)e sono:Italia,Francia,Svezia,Belgio,Polonia,Germania e Ungheria,ma sono state nominate anche Finlandia ,Slovacchia e Portogallo....Ieri Hollande ha respinto l'appello di Le Pen per un referendum......Commento della turchia "l'unione crociata sta cadendo a pezzi" e il partito popolare di destra slovacco ha detto:"E' arrivato il momento per la Slovacchia di lasciare il Titanic europeo che sta affondando"

Anonimo ha detto...

Benissimo!!!Sono immensamente contento che l'Europa si stia sgretolando (spero quanto prima)favorendo l'indipendenza di ogni nazione dal punto di vista sociale politico ed economico.

Anonimo ha detto...

Lo volete capire che gli stati europei da soli non hanno scampo a livello economico?La globalizzazione ci ha portato a scontrarci economicamente con le altre nazioni del globo, le quali sono diventate delle superpotenze col tempo e noi staterelli soli soletti non abbiamo i mezzi per competere, sopratutto alla luce di una disgregazione sociale, e sarà quella che ci frenerà ancora di più!Per il bene del nostro futuro, abbiamo bisogno di una unione che dovrà sicuramente essere rivista in toto!Sbagliando si impara, e invece di molare tutto e distruggere quello che di buono(poco) abbiamo fatto, dobbiamo migliorare la situazione europea!se non ci sarà una unione i futuri problemi sociali ed economici non spariranno!credete che per l'economia basti uscire dalla ue per tornare "grandi"?, credete che per l'immigrazione basti erigere una cintura di ferro spinato per evitare gli immigrati?...non credo assolutamente!Il nazionalismo, l'omofobia, la frammentazione e le intolleranze portarono nel nostro recente passato, a dissidi, lotte e infine a guerre....le guerre che noi tutti vogliamo non ricapitino più!Sono convinto che la scissione dell'unione europea porterà gravi danni!Comprendo le vostre idee, ma non riesco a farne parte...non voglio guerre e povertà nei nostri confini, voglio lottare per cambiare questa unione europea in meglio!Ripartendo dall'inizio magari!Riflettete...un saluto

Anonimo ha detto...

Io i referendum li abolirei, cosa ne sa il popolo di questioni così tecniche e delicate? Lasciamo scegliere solo ai politici che hanno studiato e che la loro missione è il bene del popolo, dobbiamo fidarci di loro e farci guidare!

Anonimo ha detto...

Aiutooooo!!! Sto per essere travolto da una valanga europaaaaaaa!!! Aiutatemi!!!

Anonimo ha detto...

condivido pienamente !!
spero il prima possibile !!

vedremo.....

Anonimo ha detto...

Eh NO 10:20! L'omofobia è un valore sacro ed è anche confermato dalle Sacre Scritture;Sodoma e Gomorra furono distrutte perché praticavano l'omosessualità e la lettera di San Paolo ai Galati dice :"fuori i cani(così il Signore definisce gli omosessuali per la loro disgustosa pratica di metterselo nel culo proprio come fanno i cani in calore) e quelli che praticano lo spiritismo la loro fine sarà nel lago di fuoco che brucia con zolfo"! Ricordati che ci sono moltissime persone nel mondo che al loro culo ci tengono(e io sono una tra quelle). Se questo ipocrita,disgustoso,degradato e 'politicamente corretto'mondo vuol far credere che una cosa innaturale,abominevole e disgustosa sia normale,beh, per me non lo è affatto! L'uomo è stato creato per la donna e viceversa! Genesi:"li creò maschio e femmina e disse crescete e moltiplicatevi! Non dico che io li ucciderei perché non sarebbe da Cristiani,(questa è una cosa che spetterà al Signore poi fare se non si pentono e cambiano vita) ma permetti che personalmente mi facciano schifo e ribrezzo e voglio che un tal genere di 'esseri'stiano lontani almeno 100 metri dal mio culo?

Anonimo ha detto...

Basta rinvigorire il prodotto interno lordo della nostra nazione, ritornare alla lira, e rimettere i prezzi di compra/vendita com'erano (visto che con l'euro è tutto raddioppiato).
Pubblicizzare il turismo italiano visto che questa azione pulula di storia e monumenti.
Abbassare le tasse per permettere ai cittadini di creare aziende e lavoro.
Ed in 10 anni il pil italiano supererà quello del regno unito.
Questo succede perché l'italiano non ama la propria terra, è un pecorone televisionizzato, lotta per una squadra di calcio e non per i propri diritti e per la propria nazione, ed ha permesso ad un governo schiavo dei banchieri mondiali d distruggere l'economia.

Anonimo ha detto...

Visto che l'unione europea "deve essere rivista in toto" allora lo facessero e poi ne riparleremo.Non posso aspettare che di di dovere indovini le mosse giuste e nel frattempo il popolo geme con tasse altissime e austerità a non finire con tutte le nefaste conseguenze che vediamo ogni giorno,per non parlare degli altri innumerevoli problemi che emergono..Questo prova che chi decide,non è competente ed è chiaro quindi che si vuole ritornare alla volontà popolare dove,sì troviamo anche gli ignoranti ma non sono la maggioranza ed ecco perchè esiste il detto "vox populi,vox dei".Io credo che il concetto che l'unione serva a difenderci a livello economico sia un falso problema,perchè se la lira non fosse crollata a causa degli errori del passato dove i nostri politici non hanno mai sviluppato una politica industriale ne competitiva insomma qui la politica non c'è quasi mai stata,non saremmo stati costretti ad entrare nell'unione.Infine,non si può pensare di rimanere o uscire pensando al problema dei tanti rifugiati che arrivano,abbiamo visto come l'unione ha gestito in maniera pessima questa faccenda e inoltre,da noi,i rifugiati sono sempre approdati,anche 30 anni fa!focalizziamoci su problemi più importanti.

Anonimo ha detto...

Non vi aggrappate ai vetri..guerra pace immigrati..cazzate, fate propaganda..essere diversi non vuol dire odiarsi o farsi la guerra..l'Europa ha fallito..avete paura del nulla..hanno succhiato la vita ai popoli..forse voi state ancora bene, per questo parlate così!!!

Domenico Porcino ha detto...

la missione dei politici è il bene del popolo? ahahahahahahahahahahah MA DOVE VIVI NEL PAESE DEGLI IPNOTIZZATI O IN QUELLO DEI BALOCCHI

Anonimo ha detto...

Cooddarì oohh isceemuu!!!!

NELLO FIGLIUZZI ha detto...

È solo l'inizio prima poi l'UE esce dall'euro ne sono più che convinto.

Anonimo ha detto...

Carissimo, non solo non hai rispetto per te stesso ma pensi che anche gli altri non lo abbiano per loro stessi. Io fin da piccolo ho imparato a pensare con la mia testa e prima che lasci qualcuno governarmi, lo analizzo Ben bene. Non c'e più amore per il prossimo, solo per il denaro e poiché io non sono una banconota, non mi avranno mai.

Alessandros Bidos ha detto...

prendono tempo i corrotti, non il popolo che voterebbe domani, sperano ancora che il paradiso promesso esista, idioti fino in fondo, fino all ultimo ..

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!