12 giugno 2016

IL FUTURO SOPPRESSO: AUTO ELETTRICHE IN ITALIA GIÀ NEL 1941 !


Immagina il tuo presente senza inquinamento, dove le uniche auto a benzina che vedi passare per le strade, sono auto storiche di qualche affezionato collezionista, e dove la quotidianità ti presenta auto elettriche silenziose, autobus elettrici che non emettono fumo nero dagli scarichi, ed immagina che tutto questo sia perfettamente reale, perché davvero così dovrebbe essere…

In Italia nel 1941 già esistevano le auto elettriche con 100 km di autonomia, pensa se si fosse andati avanti in quella direzione, oggi, nel 2016 quanta autonomia potrebbe avere una moderna auto elettrica??

Ora comprendi che Tesla e altri geni come lui non erano affatto pazzi quando agli inizi del 1900 già parlavano di autoelettriche e addirittura di aeromobili?

Ma alla fine hanno vinto i petrolieri,
i loro interessi e i loro soldi.

Hanno vinto loro che erano e sono in pochi rispetto ai 7 miliardi della popolazione, ma noi popolo abbiamo ugualmente contribuito a sopprimere il futuro tanto quanto gli stessi petrolieri, si perché noi abbiamo ignorato e deriso i geni che ci proponevano invenzioni futuristiche, troppo presi dal calcio e dalle cose futili, tanto quanto lo siamo ancora oggi.

Potevamo avere un futuro migliore e senza inquinamento, ma abbiamo deciso di tenerci una tecnologia vecchia di 200 anni, e oggi siamo felici di spendere 20.000 – 30.000 euro, per acquistare macchine bellissime esteriormente ma arretrate e superate interiormente, con motori a scoppio inquinanti e dispendiosi, sia per i consumi, sia per la manutenzione.

Daniele Reale




http://ilnuovomondodanielereale.blogspot.it/

6 commenti:

Marco Mancioli ha detto...

Qualcuno ricorda gli autobus elettrici detti filobus ? era una semplice tecnologia che sfruttava le linee aeree costruite per i tram ... perchè gli hanno tutti demoliti ?

Anonimo ha detto...

ma dove?io ad ancona li prendo ancora e li ho presi anche a milano e bologna, e a firenze ci sono quelli elettrici(oltre a quelli a metano).

Marco Mancioli ha detto...

A Firenze hanno ricostruito la tramvia che avevano demolito negli anni '70/'80 non ricordo bene , poi per un po' sono rimaste le linee aeree che venivano sfruttate per i filobus urbani che arrivavano fino a Fiesole, poi hanno tolto anche quelle ... gli autobus a metano non sono una novità e anche se inquinano meno, sono comumque motori a combustione interna quindi particolati e ossidi di azoto a volontà, mentre per quegli elettrici a batterria non credo siano una gran scelta ecologica per il fatto che le batterie costano una follia e poi andranno presto o tardi smaltite con alti costi anche ambientali.

Anonimo ha detto...

Marco...non so deve tu abbia preso le tue informazioni, ma io circa una settimana fa dalla stazione sono andato fino a Via Pisana(vicino Scandicci) con la tramvia....quindi esiste ancora!!!Spesse volte le info su internet sono false o possono sviare ;); ci sono anche altre tratte perchè li vedo, ma sinceramente non li ho ancora presi perchè vado in bici e motorino.Per tornare alla demolizione della tranvia negli anni 60, credo si fece per spingere l'uso della macchina,che all'epoca era in forte boom.per gli autobus a batteria...sono mille volte meglio di qualsiasi motore a combustione e le batterie odierne sono anche riciclabili nei suoi materiali più pregiati.

Anonimo ha detto...

Anche io il mese scorso sono andato in macchina da Milano dove abito a Scandicci poi lì ho lasciato la macchina parcheggiata all'Ipercoop di viale Nenni e ho preso la tramvia fino a Firenze S.Maria Novella.

Marco Mancioli ha detto...

Si quella è la nuova tramvia, finita di costruire non piu di 5 anni fa, ma se ti documenti a Firenze negli anni '50 e '60 c'era una estesa rete tramviaria che copriva tutta la città poi i binari sono stati completamente demoliti negli '70 , è comumque restato in piedi per altri 10 anni almeno tutta la rete elettrica che serviva il parco dei filobus che mi pare di ricordare avevano una targa di costruzione che riportava ad una ditta di Napoli, poi finito l'ultimo filobus è stata demolita anche l'intera linea aerea.

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!