25 maggio 2016

Francia, prosegue la rivolta del popolo, operaio: “Non ci faremo fregare come gli italiani”


Prosegue la rivolta in Francia contro il governo Hollande, servo della dittatura economica europea, che affama il popolo e rende schiavi i lavoratori. In Italia si continua a subire da nessuno scende in piazza.


Scrive la Stampa: A terra sono rimasti pneumatici bruciati e sassi. Venti agenti della gendarmerie presidiano la rotonda per impedire altri blocchi. Il sole incomincia a tramontare sul mare, sulle raffinerie e su questo pezzo di Francia che lotta e non vuole cambiare.



«Non credete a questa menzogna del progresso! Vi siete fatti fregare, voi italiani. Non faremo lo stesso. Questo legge sulla flessibilità del lavoro è un ritorno al passato, vogliono togliere di mezzo il sindacato e disporre dei lavoratori a piacimento. Lo chiamano futuro, ma è una nuova forma di schiavitù».



Roger Lamur racconta la giornata che ha paralizzato la Francia dalla sua sedia di segretario generale della Cgt per il distretto di Bouches du Rhône. Marsiglia è a quaranta chilometri, la Camargue vicinissima. La televisione trasmette in continuazione la mappa dei benzinai rimasti a secco. Le code di automobilisti. E dalle finestre dell’ufficio di Lamur si possono vedere quasi in faccia i poliziotti chiamati a presidiare la zona. La rotonda divide il deposito della Total e la sede del sindacato più arrabbiato di Francia. «Erano le quattro e mezza del mattino quando sono arrivati – racconta Lamur – elicotteri, droni, cannoni ad acqua. Era ancora buio. Non hanno detto nulla e hanno iniziato a sparare. Sembrava la guerra». Tutto

Da ventiquattro ore, cinquecento lavoratori di Fos-sur-Mer, metalmeccanici, chimici e portuali, impedivano ai camion di uscire dal deposito per andare a distribuire il carburante. Il governo ha deciso di intervenire. «È questa la chiamano democrazia!», tuona Lamur sotto un paio di baffi grigi Anni Settanta. «Ci hanno costretti a rifugiarci nella sede del sindacato. Sembrava un assedio. Hanno bloccato tutte le uscite. Ci hanno tenuti prigionieri per due ore»


- See more at: http://www.riscattonazionale.it/2016/05/25/francia-prosegue-la-rivolta-del-popolo-operaio-non-ci-fregare-gli-italiani/#sthash.2M1Wu8gu.dpuf

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Allons enfant de la patrie... e noi italioti stiamo al bar dello sport

Anonimo ha detto...

Qua abbiamo i sindacati corrotti!! Perché non né parliamo..dopo il governo ,i peggiori vigliacchi della storia..adesso fanno finta di contrattare per le pensioni, vedrete daranno 80 euro alle minime..e canteranno vittoria!

Anonimo ha detto...

Impariamo gente!....Impariamo!!

Anonimo ha detto...

Pur riconoscendo il vero ruolo dei sindacati (l'altra casta) e l'apatia degli italiani, questa dei francesi non è la strada giusta. Si fa solo il gioco di chi vuole sopprimere la libertà.
Due letture molto interessanti le ho trovate qui su "Bollettino 2016":

https://bollettino2016.wordpress.com/2016/02/23/rivoluzioni/
https://bollettino2016.wordpress.com/2016/04/30/rivoluzioni-2/

e si parla anche dei sindacati:
https://bollettino2016.wordpress.com/2016/02/24/politica/#h

Anonimo ha detto...

i sindacati sono una casta??????ma lei sa cosa vuol dire casta?...direi che è ora di smettere di attaccare i sindacati su ogni lato, è appunto per l'attacco mediatico che il popolo si è convinto di ciò e lo stato è riuscito ad eliminare l'articolo 18!!!NESSUN SINDACATO LO HA MAI CHIESTO e negli anni addietro si è sempre battuto per far si che l'articolo 18 rimanesse...eppure il popolo era talmente abbindolato dai media che avete fatto contare i sindacati come il due di spade quando comanda bastoni!trovatemi solo un articolo o un video dove in prima persona i segretari dei sindacati hanno espresso la volonta di abolire l'articolo 18!Ve lo dico prima...nessun documento, solo illazioni, e voi avete dato adito a ciò...perdendo anche l'ultima possibilità di essere difesi!E adesso con le riforme fatte ci attacchiamo al c***o, in quanto ci è stata tolta anche la possibilità di poter essere in disaccordo e attuare le azioni necessarie per contestarle!Fortuna che i sindacati non si danno per spacciati, anche se adesso contano molto meno di prima!Se in futuro non sarete tutelati sul lavoro...non prendetevela con i sindacati, ma con voi stessi per aver dato la possibilità al governo di rendere i sindacati inermi di fronte a delle ingiustizie...difatti, di questi tempi, possiamo vedere quanto sia vera questa cosa!saluti.

Anonimo ha detto...

Prima la Grecia, poi la Spagna, ora la Francia... Qui in italia ci pensa Terra Teal Time a consolarci...

Anonimo ha detto...

In risposta ad
Anonimo Anonimo ha detto...
i sindacati sono una casta??????ma lei sa cosa vuol dire casta?...direi che è ora di smettere di attaccare i sindacati su ogni lato, è appunto per l'attacco mediatico che il popolo si è convinto di ciò...
POVERETTO, ANZI POVERO SINDACALISTA, MI FA DAVVERO TANTA PENA.....

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!