8 aprile 2016

Scie Belliche nel cielo - Appello al presidente della Repubblica Mattarella!


Alla cortese attenzione del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

Signor Presidente,


Mi rivolgo a lei in qualità di uomo, padre e scrittore. Sicuramente non le sfuggirà il panorama mondiale di distruzione, malattie e morte che attanaglia madre Terra e l’umanità, alimentato dall’ingordigia e dalla bramosia di dominio di una manciata di folli umanoidi soprattutto in Occidente, che controllano le leve del potere economico e comandano quello militare.

Oggi come ieri e l'altro ieri così da ben 14 anni, il cielo italiano è stato trasformato in una gigantesca camera a gas, da velivoli che atterrano e decollano da aeroporti sul suolo nazionale. Basta volgere lo sguardo all'orizzonte, anche a Roma, dove sfrecciano quotidianamente velivoli militari a bassa quota, rilasciando scie chimiche (quelle di condensa per note leggi della Fisica si formano dagli 8 mila metri d'altitudine in alto e non viceversa). Si tratta di sostanze tossiche come alluminio, bario e nanoparticelle artificiali che attentano alla vita di milioni di ignare persone, rilevate in esami biologici di esseri umani ed analisi di campioni d'acqua e di terra. Le prime vittime, quelle più indifese, sono i bambini.

E’ in atto da tempo una guerra ambientale contro il genere umano e la vita. Democrazia, uguaglianza, giustizia, libertà sono valori platealmente negati dalla realtà, ma costantemente riaffermati nella sua rappresentazione scenica. La finzione prende il posto della notizia, la propaganda quello della verità.
La biosfera può soddisfare i bisogni di tutti se l'economia globale rispetta i limiti imposti dalla sostenibilità ecologica e dalla giustizia sociale. Pensiamo di non poter far nulla e così diventiamo sempre più complici del più orrendo dei crimini: l’indifferenza. Il campo della nostra mente è stato ristretto sempre più, così come è stata assottigliata fino all’esaurimento la nostra libertà. Bisogna vivere in un mondo migliore, non basta sognarlo ad occhi socchiusi. I giovani a cui è precluso il futuro, hanno ereditato in prevalenza macerie morali ed economiche.

Lei, in qualità di capo dello Stato, delle forze armate e della magistratura cosa intende fare per arrestare l’aerosolchemioterapia aerea messa segretamente in atto sistematicamente dalla Nato a partire dal 2002, ovvero l’irrorazione di sostanze tossiche, attività vietata dalla convenzione Enmod dell'Onu e dalla legge 962 del 1980? Lei, presidente Mattarella, vuole essere forse complice di un genocidio? Allora, perché non fa valere la legalità, perchè non protegge concretamente la popolazione italiana da questa gravissima insidia che attenta alla salute a e alla vita di milioni di persone, grandi e piccini? Gli esseri umani non possono essere cavie di esperimenti alleati, ma segreti.

Giornalista e Scrittore - Gianni Lannes

9 commenti:

Maled Deman ha detto...

Gianni a matarella non gli frega un cazzo di nessuno manco di te, fu lui che mando a morire in kosovo con l'uranio impoverito i militari Italiani e poi negarne l'evidenza, figurati cosa cazzo gli frega se sterminano tutta l'umanità con scie e quanti altri cazzi gli passa per il cervello, ammesso che un cervello lo abbiano.

Anonimo ha detto...

È uno scempio quello perpetrato a nostro danno.

Anonimo ha detto...

Almeno Lannes potrà dire di averci provato!speriamo bene.......

Anonimo ha detto...

mattarella,come quell'essere indegno di napolitano,o ciampi sono tutti degli inetti servi dei poteri forti
Non hanno umanità,non anno etica,non hanno empatia...
Sono dei viscidi esseri senza dignità alcuna....
nei miei sogni c'è una rivoluzione pacifica,una resa dei conti che vede tutti questi spregevoli personaggi messi al rogo ad espiazione delle imperdonabili azioni,che,attenzione,sono state fatte con tacito assenso della massa dormiente

Anonimo ha detto...

capirai a chi vi state appellando..uno di loro..stiamo messi male signori, non usciranno mai allo scoperto, sono dei vigliacchi

Anonimo ha detto...

L'aria che respiriamo noi la respirano anche loro o sbaglio? Forse che si disintossicano ogni sera in una speciale camera iperbarica?

Anonimo ha detto...

non è mia intenzione creare allarmismi ma dobbiamo essere consapevoli che il rischio ce l'abbiamo sotto i piedi ... in cielo ma anche in terra ...

http://meteovesuvio.altervista.org/TREMORE%20SISMICO%20VESUVIO%20VOLCANIC%20TREMOR%20SEISMIC%20VESUVIUS%20ERUPTION%20PRECURSOR%202016.html

Anonimo ha detto...

L'anonimo delle 21:33 sicuramente non sa che talune compagnie aeree sono pagate molto bene per far spruzzare veleni e alle quali viene detto che non sono autorizzati a sapere che cosa viene irrorato e ai piloti si fa firmare un accordo per non rivelare "il lavoretto"(potrebbero perdere anche il lavoro)in più ho letto da qualche parte che i poteri forti hanno dei sistemi per purificare il corpo da ciò che fanno irrorare,anche trasfusioni di sangue saltuarie,insomma l'idea che le scie chimiche sia una montatura "perchè anche chi irrora ne è minacciato"non regge più!.....un saluto a tutti e un grazie a terra R.T.per i suoi aggiornamenti.

Anonimo ha detto...

Mi sa che questa storia va a finire come quella in cui un gruppo di persone ha denunciato all'Arpa una piccola industria perchè emetteva frequentemente nuvoloni neri dalla sua canna fumaria senza filtri,oltretutto attaccata al centro abitato,poi l'Arpa ha fatto una relazione al sindaco della cittadina che.......... se ne è strafottuto altamente!

L'ORIGINE OCCULTA DELLA CRISI ECONOMICA CHE NESSUNO VEDE...(VIDEO)