24 dicembre 2015

Viaggi nel tempo, tecnologia proibita



I viaggi del tempo appassionano tutto il mondo e non è necessario essere un Signore del Tempo come il Dottor Who per capire il perché. Ma se anche i viaggi nel tempo potessero esistere un giorno, è altrettanto facile immaginare perchéverrebbero immediatamente vietati, o meglio non ne verrebbe fatta parola con alcuno. Pensateci un attimo.


Ammettiamo che un giorno qualche scienziato sia in grado di passare dalla teoria alla pratica e realizzi una macchina del tempo. Con le migliori intenzioni lo scienziato potrebbe tornare indietro nel tempo per studiare la storia. Forse avrebbe la tentazione di migliorare qua e là la storia stessa, magari fermando Hitler prima che possa scatenare la Seconda Guerra Mondiale o “suggerendo” qualche decina di anni prima di quando è stato effettivamente scoperto il primo vaccino, così da salvare in entrambi i casi milioni di persone.

Ma potrebbe anche decidere di andare a fare un paio di scommesse per migliorare il proprio conto in banca. E perché non regolare il conto con qualche bullo o spedire in galera qualche criminale che ha rovinato la vita sua o di qualche suo amico o congiunto? O magari salvare da un incidente mortale qualche persona a cui ha voluto bene. E se anziché lo scienziato a fare il viaggio fosse un criminale senza scrupoli, o un potenziale dittatore, o anche solo un ladro o un truffatore che volessero fare “il colpo della vita”?


In tutti i casi, da quelli più lievi a quelli più gravi, la storia di un numero più o meno grande di persone verrebbe totalmente alterata e questo non potrebbe essere tollerato da alcun governo al mondo (anche perché il rischio che in quel caso nessun governo rimanga più in carica sarebbe elevato). Pensateci bene, in fondo un indizio di questo rischio era evidente anche nella serie Ritorno al Futuro.

Quando torna indietro nel tempo e interagisce con i propri genitori, tornando al proprio tempo trova che essi sono cambiati. In effetti avendo cambiato la linea temporale ha eliminato la precedente “versione” della sua famiglia creandone una nuova, ma sarà l’unico a poterlo sapere, perché per tutti gli altri componenti della sua famiglia i suoi ricordi non esistono. Pensate che un qualsiasi governo mondiale potrebbe tollerare tutto questo?

I viaggi nel tempo sarebbero un’arma più potente di qualsiasi atomica, nessun governo potrebbe mai consentire che vengano effettuati senza controlli, forse non tollererebbero neppure che vengano effettuati in alcun modo, il rischio essendo davvero troppo grande che qualcuno possa decidere di cancellare un intero universo per dare vita ad un altro.

1 commento:

Ruby Holidays ha detto...

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne legge solo una pagina..................Viaggi in nepal & viaggiin Bhutan

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!