22 dicembre 2015

Semplice esercizio per addormentarti in meno di 1 minuto


Con questa tecnica sviluppata dal Dottor Andrew Weil, famoso medico americano dell’ Harvard Institute specializzato nella respirazione, meditazione e riduzione dello stress, potrai riuscire a rilassarti ed addormentarti in meno di un minuto.

UN CALMANTE NATURALE PER IL SISTEMA NERVOSO

Addormentarsi in 60 secondi per alcuni è un miraggio: chi ha provato tutte le tecniche (compresa quella di contare le pecore) è sempre più restio a credere che esista una formula magica per favorire il sonno.Andrew Weil, medico statunitense, laureato alla Harvard university e autore di saggi da milioni di copie vendute, ha messo a punto unmetodo, denominato “4-7-8″, basato interamente sul respiro e su come modularlo. Lo ha definito “un calmante naturale per il sistema nervoso“, in grado di farci scivolare nel sonno in appena un minuto.

BENEFICI DELLA RESPIRAZIONE

Esercizi di respirazione sono un modo meraviglioso per ridurre l’ansia, l’agitazione e lo stress, promuovendo la pace interiore, la calma ed il relax. Se sei alle prime armi con questi esercizi, potrà servirti un po’ di pratica all’inizio e da parte tua ci sarà bisogno di un po’ di pazienza e impegno , ma i risultati saranno davvero soddisfacenti. Vedrai che ne varrà sicuramente la pena perché i benefici che ne trarrai saranno straordinari – avrai un corpo calmo e rilassato ed una mente meno incline ai problemi di salute.

Il respiro influenza considerevolmente i processi di fisiologia e pensiero, tra cui gli stati d’animo. Focalizzando semplicemente l’attenzione sulla respirazione, senza fare niente per cambiarla, riuscirai a rilassarti. Troppa attenzione sui pensieri negativi può causare ansia, senso di colpa e infelicità. Sposta la tua consapevolezza sul respiro ogni volta che ti trovi ad affrontare situazioni stressanti, all’inizio dovrai impegnarti, ma poi diventerà una sana abitudine.

L’INSONNIA COL TEMPO PUO’ DANNEGGIARE L’ORGANISMO

«Dal momento che può interferire con la regolazione dei livelli di glucosio nel sangue,l’insonnia persistente costituisce anche un fattore di rischio per il diabete di tipo 2 e l’aumento di peso – spiega il dottor Andrew Weil, – Una prolungata mancanza di sonno può inoltre innalzare i livelli dell’ormone dello stress, causando così un aumento della pressione sanguigna e del rischio di insorgenza di processi infiammatori associati con malattie croniche».

LA TECNICA 4-7-8 DEL DOTTOR ANDREW WEIL

Questo esercizio di respirazione è molto semplice! Richiede pochissimo tempo, non necessita di alcuna attrezzatura particolare e può essere fatto ovunque.Anche se questo esercizio può essere fatto in qualsiasi posizione, almeno nei momenti iniziali del tuo apprendimento siediti con la schiena dritta, poi una volta imparato potrai eseguirlo dove preferisci. Posiziona la punta della lingua contro la cresta di tessuto appena dietro i denti anteriori superiori e tieni la lingua in questa posizione per tutta la durata dell’esercizio. Espira attraverso la bocca intorno la lingua e se ti trovi in leggero imbarazzo, prova a stringere leggermente le labbra.

Espira completamente attraverso la bocca, emettendo un leggero suono.

Chiudi la bocca e inspira tranquillamente attraverso il naso per 4 secondi(contando mentalmente).

Trattieni il respiro per 7 secondi (contando mentalmente).

Espira attraverso la bocca per 8 secondi (contando mentalmente) emettendo un leggero suono.

Questo è considerato 1 respiro. Ora inspira nuovamente e ripeti il ciclo per altre 3 volte per un totale di 4 respiri.

In questo video in inglese, il Dottor Andrew Weil descrive la tecnica (è la stessa appena spiegata)

La cosa importante è di focalizzare la mente sul respiro e di contare i secondi 4-7-8.

CONDIDERAZIONI FINALI

Questo rallenta la frequenza cardiaca ed inoltre rilascia sostanze chimiche nel cervello in grado di calmarti. Utilizzando questo metodo di respirazione potrai contrastare gli effetti naturali dell’adrenalina.

In un commento a questa tecnica si legge: “Io lo faccio da anni ma senza contare. Bisogna espirare fino a quasi in fondo e all’ultimo soffiare ancora aria fuori dalla bocca con brevi spinte fino a riprendere aria tutto insieme dalla bocca (come quando si riempie il sottovuoto). Poi una pausa e poi di nuovo altre 2 o 3 volte. Non si fa in tempo, ci si addormenta prima. Il principio è semplicissimo: iperventilando si introduce più ossigeno e dopo un poco si annebbia il cervello! Si sente anche un formicolio nel corpo che anticipa la calma. Però attenzione, fare pause di una decina di secondi e non farlo più di 3 massimo 4 volte. Fa bene anche durante il giorno, come anti-ansia.” Dionidream

1 commento:

Anonimo ha detto...

TROPPO COMPLICATO

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!