5 dicembre 2015

L'ETNA NON SI FERMA TERZA VIOLENTA ESPLOSIONE IN 3 GIORNI


Nessun atterraggio e nessun decollo dall'aeroporto Fontanarossa almeno fino alle 13 questa mattina, quando si riunirà la prossima unità di crisi. Attività sospesa
a causa della «persistente emissione di cenere lavica da parte del vulcano Etna». È la decisione comunicata attraverso una nota dai vertici dellaSac, la società che gestisce lo scalo catanese.
Da tre giorni l'attività del vulcano si è fatta sempre più intensa. I primi episodi più importanti sono stati registrati nella notte di mercoledì, quando le fontane di lava e cenere hanno raggiunto altezze elevate. 
Uno scenario definito «fra quelli più violenti dell'Etna dell'ultimo ventennio» dai tecnici dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Se ieri a subire il blocco dell'attività per qualche ora è stato l'aeroporto di Reggio Calabria - a causa del forte vento che ha spinto la sabbia vulcanica a nord est -, venerdì è stato il versante meridionale quello maggiormente interessato.

Chiuso «rateo zero», ovvero nessun atterraggio e nessun decollo, il settore B3. Gli esperti dell'Ente nazionale aviazione civile, i responsabili della base di Sigonella e i tecnici dell'Ingv restano riuniti in via permanente per monitorare l'evolversi delle condizioni atmosferiche dovute all'attività eruttiva del vulcano, e valutare la possibile riapertura dello scalo.
http://catania.meridionews.it/articolo/38768/etna-chiuso-laeroporto-fontanarossa-sospesi-atterraggi-e-decolli-fino-alle-13/

Nessun commento:

L'ORIGINE OCCULTA DELLA CRISI ECONOMICA CHE NESSUNO VEDE...(VIDEO)