19 dicembre 2015

LA GERMANIA VUOLE IL FALLIMENTO DELL’ITALIA. ECCO PERCHÉ





Quello che sta capitando oggi è incredibile: finalmente, dopo aver attaccato tutti quelli che andavano contro l’Europa tedesca, stamane il Corriere online si sveglia e fa capire – con ben due interventi – ai lettori che la protervia di Berlino va combattuta dagli italiani.



Perchè succede? Semplice, perchè la Germania vuole far morire l’Italia ed anche i più stupidi lo stanno capendo. Intendo anche coloro che hanno sempre favorito sui media questa Europa. Per la gran carità, sono solo i giornalisti, molto probabilmente la proprietà del Corriere, quella che guadagna da un impoverimento generale eccetto quello della fascia elitaria (Elkann/Agnelli) sono ancora contro a questa Europa ma qualcosa sta cambiando.

In pratica, il Corriere, dopo aver messo la censura su internet agli articoli sensibili e anti-EU oggi inizia a cambiare registro ed attacca la Germania – anzi difende l’Italia – in modo chiaro ed opportuno! (seguirà articolo sullo scandalo della doppia pubblicazione differente tra versione online e carta stampata vista fino ad oggi, sostanzialmente gli articoli che spiegavano bene le cose NON comparivano sistematicamente online ma solo sulla carta stampata o su abbonamento limitandone ad arte la circolazione, ad es gli articoli di Fubini, vedasi cosa compare in internet con una ricerca ad hoc in relazione ad un articolo esiziale per il sistema euro tedesco)

Oggi la grande differenza è che la Germania NON vuole autorizzare la garanzia europea sui risparmi fino a 100 mila euro. E questa decisione va di fatto solo contro l’Italia, l’unico paese che non ha mai dovuto salvare nessuna banca del proprio paese ma che ha salvato quelle degli altri in passato, poi l’EU ha fatto la legge sul bail in e noi siamo rimasti fregati. Grazie Monti, è stato lui a non voler aiuti per le nostre banche, costavano nulla ai tempi, lo facevano tutti…. Sul tradimento del professore (e della sua famiglia) verso gli italiani ce ne saranno di pagine da scrivere in futuro, su questo statene certi!

Insomma, Berlino per autorizzare eventualmente il bail in vorrebbe – senza alcun senso logico se non quello di ammazzare il Belpaese – vietare alla banche italiane di comprare i titoli del debito pubblico nazionale: ma, dico io, cosa c’entra? Insomma vorrebbe poter comandare lo spread dei BTP a piacimento ossia di fatto governandoci dall’esterno! E’ un attimo ed arriverebbe il Letta della situazione mandato dall’Europa nel frattempo a fare training a Parigi!!! E dunque prenderci le nostre imprese sistemiche, a partire da ENEL tanto cara alla Germania ed utile per salvare i propri ex colossi in crisi terminale, E.ON e RWE, i ben informati dicono che il Professore del golpe (…) si fosse impegnato ad un avvicinamento di ENEL con le utilities tedesche…. Si dice che la Merkel non abbia mai perdonato a Renzi lo sgarbo di non far cedere il nostro colosso elettrico a Berlino …

Come sapete, fosse per me autorizzerei la banca d’Italia a fare come fa la Bundesbank che può comprare l’inoptato delle aste statali dei bund, a noi non lo permetterono (se tale strumento fosse stato nella nostra disponibilità, come lo è per la Bundesbank, la crisi dello spread non ci sarebbe stata nei termini che abbiamo conosciuto!!!).

Questa è una dichiarazione di guerra bella e buona! Berlino ci vuole al tappeto, le due cose – no bail in ed impedimento per le banche di comprare BTP – non hanno nessun legame se non quello di voler ammazzare l’Italia, guarda caso l’alleato USA di maggior peso nell’Europa continentale!!!

Insomma, se passa la linea di Berlino – no bail in – il prossimo anno le banche italiane falliranno ed a pagare saranno i correntisti anche sotto 100 mila euro!!! E notate che il anche la partecipazione ai salvataggi del Fondo Interbancario a garanzia dei depositi sembra non possa essere autorizzato ad operare per le leggi europee, è privato ma non si può secondo l’EU (va detto che certamente non sarebbe in grado di sopportare l’onda dei 200 mld di euro di credito malati del ns. sistema bancario, causati dall’austerità imposta dalla Germania ai periferici ma non alla Francia ad esempio – finalmente oggi si capisce il perchè del rigore eurotedesco, che serviva solo per far fallire i periferici a vantaggio tedesco! – ). Gia me la vedo la fila di vecchietti che perderanno tutti i loro soldi depositati in banca!!!

Avete capito perchè il Governo sta cercando oggi, prima del 1.1.2016, di salvare il salvabile facendo scoppiare il bubbone dei crediti bancari delle banche in crisi? Per evitare di far pagare anche ai correntisti il prossimo anno con la nuova legge Magari, anche a costo di metterla in quel posto oggi ai detentori di subordinati!

Io preleverò tutti i miei averi dalla mia banca entro fine anno o quanto meno li trasferirò in una banca solida. Certamente.

Capite che si tratta di centinaia di migliaia di famiglie italiane a rischio di essere gettate sul lastrico?

In breve, ora che sta andando contro la Germania bisogna mettere da parte le fazioni e supportare il Governo, in attesa delle prossime elezioni (prima delle quali l’EU tedesca cercherà di legarci mani e piedi…).

E se si tratterà di dichiarare guerra alla Germania, beh, sono pronto.

Leggi dalla fonte originale Scenarieconomici.it

1 commento:

Alby59 ha detto...

E chi li ha mai visti 100.000 euro ?

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!