3 dicembre 2015

Frammenti di Conoscenze Perdute



Esiste un bagaglio cospicuo di cosiddette ‘conoscenze perdute’ ma che perdute non lo sono affatto, semmai potremmo definirle esoteriche (per pochi) oppureocculte ai più. Si tratta di un complesso sistema di relazioni ‘sottili’ tra il pianeta, il cosmo, l’essere umano, l’energia e le sue astrazioni esoteriche della matematica, della fisica e della geometria. Tali relazioni si esplicitano in operazioni concrete, quali l’Architettura, la Musica, la scansione degli eventi ma per poterle apprezzare in pieno occorrerebbe una preparazione multidisciplinare di scienze occulte (non a caso) e ritenute con sprezzo superstizioni oppure fantasie parascientifiche. 


Approfondendo tali antichissime discipline invece, si giunge alla conclusione opposta. In confronto infatti la cosiddetta ‘Scienza’ moderna sembra una rigidissima interpretazione assai parziale di quel poco che gli scienziati accademici riconoscono del reale. Non dimentichiamoci infatti che i fisici più evoluti e comprensivi ammettono umilmente di conoscere il funzionamento di un 10% circa della materia, di ipotizzare il funzionamento di un altro 10% e di non sapere nulla di quel che resta: l’80% della materia dell’universo! Definita per l'appunto, e per comodità, 'oscura'.


Accantonando quindi la scienza nel novero delle forme di pensiero possibili e non nell’unico pensiero ammissibile, è molto più facile tenere la mente aperta e considerare con il giusto peso la consistenza delle conoscenze perdute.

Aiuta in questo senso il completo volume di Massimo Guizzinati ‘Geobiologia del Megalitismo’, edito da Anguana Edizioni. Il volume offre un quadro ad ampio raggio della geobiologia e delle componenti energetiche del pianeta Terra in relazione con le Architetture megalitiche. Si scopre come tali innumerevoli e sorprendenti manufatti siano molto più complessi di quel che si immagina. Essi seguono linee oggi invisibili ma potenti, in grado di manipolare ed intervenire positivamente sui cicli biologici, sul clima e sulle componenti spirituali umane più elevate.

IL SITO DELLA SCUOLA SANDY HOOK, OGGI DEMOLITA - LA LEY LINE TRANSOCEANICA (di 8800 Km!) PASSA ESATTAMENTE DOVE C'ERA LA PORTA D'INGRESSO

Lo studio delle Ley Line ha origini relativamente recenti, eppure tale conoscenza è antichissima. La sorpresa è verificare con altissima precisione come tali allineamenti energetici profondi siano alla base di numerose scelte di carattere occulto ma che evidentemente sono considerate essenziali da una stretta cerchia di esseri umani (?) che ne seguono imperterriti i dettami.

Come nel caso degli allineanti astronomici relativi allo pseudo massacro di studenti ed educatori alla scuola ‘Sandy Hook’ di Newtown, si scopre come tali conoscenze esoteriche siano ancora oggi prioritarie ed ineludibili. Chi ne ‘tira le fila’? Per quale scopo?


Credo che tali domande siano la chiave di lettura preferenziale per comprendere ciò che accade, non coprendosi gli occhi con un desolante determinismo ma entrando umilmente in settori prossimi a quell’80% di materia ed energia di cui la grande scienza moderna non sa nulla. 

Che connessioni esistono tra queste conoscenze perdute e gli attacchi biochimici al Pianeta? Il posizionamento di radar, tralicci emettitori di radioonde e grandi opere edili (vedi: TAV) è casuale, dettato da regole scientifiche oppure è il prodotto naturale di scienze esoteriche? A cosa serve l’LHC di Ginevra? Domande che aiuterebbero a mio parere a dipanare alcuni misteri del passato (il megalitismo e le migliaia di piramidi presenti in tutto il mondo) e del presente.


fonte: http://offskies.blogspot.it/2015/11/frammenti-di-conoscenze-perdute.html#comment-form - See more at: http://terrarealtime2.blogspot.it/2015/12/frammenti-di-conoscenze-perdute.html#sthash.Aic78ozR.dpuf

Nessun commento:

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!