20 novembre 2015

Il DNA di una mummia Inca appartenente a una nuova specie umana




L'analisi del DNA mitocondriale di una mummia appartenente a un bambino sacrificato 1500 anni fa e scoperto nel 1985 da un gruppo di alpinisti ai piedi di una montagna
nella provincia di Mendoza (Argentina) ha rivelato un nuovo lignaggio genetico della razza umana.

Un team internazionale di ricercatori, guidato dallo spagnolo Antonio Salas, dell'Università di Santiago de Compostela, ha prodotto uno studio a seguito del quale è emerso che la mummia del bambino di 7 anni scoperta su una collina di fronte a Aconcagua (Argentina) si diversifica per il suo un lignaggio genetico visto che fino ad ora non e' mai stato riscontrato nelle popolazioni contemporanee. "Questo nuovo lignaggio genetico è stato soprannominato C1bi mentre la 'i' viene da Inca", ha riportato il quotidiano argentino lineaMDZ.
Secondo precedenti studi archeologici e antropologici, il bambino potrebbe essere stato vittima di un sacrificio rituale Inca che 500 anni fa sceglievano i bambini i più belli e sani da offrire alle loro divinità . Lo studio, basato sul sequenziamento tramite una biopsia polmonare condotta su dei bambini di oggi ha mostrato che esso è diverso dal genoma mitocondriale riscontrato sulla mummia che sembra appartenere a un sottogruppo di antenati le cui caratteristiche genetiche sembravano contraddistinguere gli indigeni peruviani di 1430 anni fa. Inoltre, utilizzando un altro database di oltre 150.000 aplotipi, gli scienziati hanno ricostruito le possibili discendenze di questa stirpe C1bi che era vissuta in Perù, Bolivia e nell'antico Impero Wari.

"Sarebbe interessante condurre un'analisi dell'intero genoma della mummia, che potrebbe rivelare informazioni su molte questioni legate a malattie o caratteristiche fisiche del bambino Inca", ha concluso Salas.
Fonte di riferimento:Rtnews
http://architetti-del-tempo.blogspot.it

Nessun commento:

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!