17 novembre 2015

FRANCIA. HOLLANDE VUOLE MODIFICARE LA COSTITUZIONE FRANCESE IN NOME DELLO "STATO DI GUERRA"


La situazione è certamente grave ma non sono certo meno gravi le dichiarazioni e le decisioni annunciate dal presidente francese Hollande. "La Francia è in guerra" ha detto Hollande a Versailles davanti alle Camere riunite dopo gli attentati di Parigi. In Francia, ha aggiunto, abbiamo bisogno di un "regime costituzionale in grado di gestire la lotta a questo nemico. Ritengo, in coscienza, che dobbiamo far evolvere la nostra Costituzione per agire contro il terrorismo di guerra", ha spiegato Hollande davanti al congresso, evocando riforme dell'articolo 16 (sui poteri straordinari del presidente in caso di minaccia allo Stato) e del 36 (sullo stato di guerra e interventi armati all'estero). Lo stato di emergenza in Francia sarà esteso per altri tre mesi, per questo occorre modificare la Costituzione (l’art. 36 lo limita, infatti, a 12 giorni). "Siamo in guerra» e la guerra richiede di «far evolvere la Costituzione francese per combattere il terrorismo anche «dei francesi contro i francesi" ha detto Hollande ed ha ribadito che gli attentati sono stati «decisi e pianificati in Siria, organizzati in Belgio», Alla luce di queste dichiarazioni, è evidente come nelle strade di Parigi non è morta solo della gente innocente, sta morendo la democrazia...

- See more at: http://ilsapereepotere.blogspot.it/2015/11/francia-hollande-vuole-modificare-la.html#sthash.1UcijHaw.dpuf

1 commento:

Max Mattoni ha detto...

e allora che fa, dichiara guerra pure al Belgio? se tanto mi da tanto.. confido tuttavia nell'auto-estinzione di specie animali potenzialmente deleterie per il benessere della comunità!

L'ORIGINE OCCULTA DELLA CRISI ECONOMICA CHE NESSUNO VEDE...(VIDEO)