1 ottobre 2015

SIria, ISIS sotto una pioggia di bombe, centinaia i terroristi uccisi dall’aviazione


Al-Mayadeen, Abukamaal, Albulayal, i dintorni di Deir Ezzour e l’autostrada che collega il capoluogo dell’Est siriano con la città di Raqqa sono stati teatro delle continue incursioni dei cacciabombardieri siriani nel corso delle ultime 48 ore: MiG-21, MiG-23, MiG-29, Sukhoi-22 e -24 si sono alternati imperversando su queste località con razzi, raffiche di cannoncino, bombe guidate e missili aria-terra, non disdegnando di colpire anche di notte, frustrando i tentativi dei takfiri dell’ISIS di spostarsi col favore dell’oscurità.

Le precise informazioni dei satelliti russi, unite alle munizioni ad alta precisione hanno consentito ai piloti di Assad di totalizzare un numero di centri eccezionale sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, riuscendo ad eliminare in poco più di due giorni di raid almeno 150 terroristi.

Le forze di terra siriane presenti a Deir Ezzour hanno approfittato di quest’ecatombe e del caos e del panico scatenato nelle fila del ‘Daash’ per tornare ad attaccare Al-Muriyah a Est dell’Aeroporto di Deir Ezzour; altri scontri sono registrati in città nelle zone di Al-Rashidiyah, Al-Jubeileh, Al-Amal, Al-Kanamat ed Al-Haweeqa. In questi combattimenti sarebbero stati messi fuori combattimento almeno 75 terroristi.

DA palaestinafelix.blogspot.it

1 commento:

Anonimo ha detto...

schiacciate gli amici di usa e eu i cosidetti frocetti dell'isis

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!