12 ottobre 2015

La Zeolite – lo spazzino dell’organismo. Il minerale che assorbe tossine, metalli e pesticidi.


Spazzolino dell’Organismo, il Minerale che assorbe Tossine, Metalli e Pesticidi, la Zeolite, sconosciuta ai più, e anche difficile da trovare proprio perché poco richiesta. Si tratta di un minerale di origine vulcanica dalla struttura microporosa, caratteristica che la rende perfetta per assorbire le sostanze dannose, le scorie, le tossine a altro ancora, che circolano nell’organismo. Grazie a questo minerale queste sostanze vengono eliminate più facilmente e anche più rapidamente rispetto a quanto possono fare gli organi emuntori, quelli cioè deputati a filtrare il sangue e a liberarlo dalle sostanze di scarto tra cui il colesterolo. Ma non è tutto, perché la Zeolite è anche in grado di assorbire tossine, metalli pesanti, pesticidi e micotossine, tutte sostanze che ovviamente rappresentano un pericolo per la salute e che altrimenti verrebbero eliminate con difficoltà. Una volta assunta, la Zeolitearriva nel tratto gastro-intestinale dove non viene assorbita, per cui riesce a svolgere il suo lavoro all’interno dell’intestino, il tutto grazie ad una reazione chimica che si viene a determinare in quanto il minerale in questione è a carica negativa e quindi assorbe tutte le sostanze a carica positiva, tra cui metalli pesanti, nitrosamine e ammonio.

Ma i vantaggi non si esauriscono qui in quanto la Zeolite è dotata di spiccateproprietà antiossidanti, per cui è in grado di contrastare efficacemente i radicali liberi, i primi responsabili dell’invecchiamento cellulare e quindi della comparsa di non poche malattie tra cui tumori e malattie degenerative neurologiche quali l’Alzheimer. Inoltre, assumere quello che ormai viene definito lo spazzolino dell’organismo, favorisce la concentrazione, riduce in maniera significativa il senso di stanchezza, aumenta la resistenza fisica e riduce l’acido lattico. Oltre che per uso interno, diciamo così, la polvere di Zeolite può essere utilizzata per applicazioni topiche contro acne, pruriti, dermatiti, psoriasi e altro ancora.



La Zeolite la si assume sia in polvere che in capsule. Nel primo caso si prende la punta di un cucchiaino 2 volte al giorno prima dei pasti come prevenzione, oppure se si è nelle condizioni di doversi depurare da metalli pesanti un cucchiaino mezz’ora prima di ciascun pasto principale, ovvero 2 volte al giorno. In capsule, invece, la dose consigliata è quella di 3 capsule nell’arco della giornata. Quando si assume la Zeolite, che sia in polvere o in capsule è del tutto irrilevante, è necessario bere molta acqua, in quanto il suo potere assorbente è notevole, per cui si correrebbe il rischio di avere problemi di stipsi.



Come detto in precedenza il solo limite di questo minerale che, lo si ricorda, non ha controindicazioni ed è del tutto privo di tossicità, è rappresentato dal fatto che non lo si trova facilmente, proprio perchépoco conosciuto e quindi altrettanto poco richiesto. È possibile trovarlo più facilmente nelle erboristerie o nei negozi che vendono prodotti biologici o nelle farmacie tradizionali dove, volendo, è anche possibile ordinarlo in caso non fosse disponibile al momento. Altra soluzione è l’acquisto online. Basta fare una semplice ricerca per trovare qualche rivenditore online dove è possibile acquistarla.

La Zeolite è un minerale quasi del tutto sconosciuto, è questo è dimostrato dal fatto che lo si reperisce con una certa difficoltà. C’è tuttavia da sperare che, con il tempo, e quindi con un aumento delle richieste, come è avvenuto nel recente passato anche per alcune spezie che prima era difficile trovare mentre ora sono regolarmente presenti sui banchi di tutti i supermercati, questo minerale dalle eccellenti prorpietà diventi più facilmente reperibile, basta solo avere un po’ di pazienza.



2 commenti:

claude panzeri ha detto...

Per conoscere lo stato d'intossicazione con i metalli basta fare un mineralogramma con i capelli.

Alluminio, bario ed altri veleni ci piovono addosso: geoingegneria, scie chimiche. L'aria, l'acqua, i suoli e dunque i cibi umani sono avvelenati: bioingegneria, depopolazione.

L'incremento delle malattie degenerative Altzheimer, Parkinson ecc.., è maggiormente dovuto alla saturazione dell'atmosfera con nanoparticelle di metalli. Ossidazione dei synapsi...

La zeolite deve essere micronizzata. Attenzione, una parte del giacimento sfiora in Ucraina: radioattivita!

La ordino in Germania da quasi anni da una naturopata con tests di un laboratorio indipendente affidabile, anche di radioattività. Goglelizzate!

Un commentatore di TRT ha suggerito un altro modo di disintossicazione:

Suggerisco un modo particolare inteso a disintossicare partendo da energia mentale che ognuno può utilizzare.
Ebbene, un bel respiro profondo pranico "di pancia", visualizzando Prana bianco brillante e denso, che entra da ogni poro della pelle, nonchè da alcuni Chakra, visualizzare il corpo che diventa più luminoso ed in buona salute, trattenere per es. due secondi e poi espirare sempre lentamente e profondamente,visualizzando intossicazioni, congestioni varie che escono e vanno ad es. in acqua salata; farlo diverse volte ed infine solo inspirare chiedendi per favore al Prana di rimanere fino a soluzione avvenuta e ringraziare.
Questo "esercizio" andrebbe fatto più volte al giorno se necessario.
Ho molto sintetizzato, cercate prego di operare al Vostro meglio, avete solo da guadagnarci.
Un caro saluto.
RNH

Raddoppiare le protezioni è saggio! Bene a Voi!

Anonimo ha detto...

Quindi con la forza del pensiero ti disintossichi???Chi te lo ha insegnato goku o il genio delle tartarughe???...stiamo cadendo proprio in basso...visualizzare prana bianco brillante e denso...OMG

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!