6 ottobre 2015

"LA ROTAZIONE TERRESTRE SI E' INVERTITA" ORA GLI URAGANI ARRIVANO IN EUROPA



Dopo diversi giorni di eventi climatici estremi, che hanno portato distruzione soprattutto in Italia e Francia, i servizi meteo ci deliziano bombardandoci con la previsione dell’Uragano Joaquin diretto in Europa. 




Uragano creato nel mar dei Caraibi, ha sfiorato le coste dell’Havana e che attualmente si trova al largo delle americane, prevedono che arrivi addirittura in Europa percorrendo oltre 7.000 chilometri. E’ mai possibile ciò? Questo per farvi capire che la psicopatia dei servizi meteo, ma soprattutto dei manipolatori del clima, non ha alcun limite. Onestamente non ho mai sentito nulla di simile. Un Uragano che attraversa tutto l’Oceano Atlantico per abbattersi in Europa? Non credo sia mai successo nella storia un’evento del genere. 

D’altro canto si sa che in questi ultimi tempi i manipolatori climatici si stanno spingendo veramente oltre ogni limite. Chissà se anche tu te ne sei accorto di quanta follia umana c’è dietro questi disastri climatici?! 

Monitoriamo Joaquin dalla sua creazione fino a d’oggi. 



Situazione odierna.




La posizione attuale e la previsione addirittura dell’itinerario che seguirà per venire in Europa a portarci i migliori saluti dei criminali!




I servizi meteo continuano a deliziarci con i loro disegnini. Qui, come detto, prevedono, con diversi giorni di anticipo, già l’arrivo dell’Uragano Joaquin in Europa, attraversando tutto l’oceano Atlantico!




Di seguito addirittura abbiamo la possibilità di evidenziare la totale psicopatia di questa feccia, che reputa spettacolare l’arrivo di un Uragano!






Ho provato a calcolare la distanza che dovrebbe percorrere l’Uragano Joaquin se arrivasse davvero in Irlanda. Ben 7.420 km




Di seguito, invece, la distanza se arrivasse in Portogallo: 7.738 km




Ripeto non ho mai sentito nulla del genere. Ti rendi conto anche tu che ci sono delle cose che non quadrano? Hai notato che la forza degli eventi climatici, soprattutto, in questi ultimi anni, è sempre più violenta? Hai visto quanti disastri sono accaduti in questi ultimi giorni? Sei proprio convinto che sia la natura o c’è quella maledetta mano dell’uomo?


Ricordiamo dove e come si formano questi eventi estremi.




Bernacca 4 Settembre 1974: Ecco come e dove si formano gli uragani/tornado!


"Dove si formano queste tempeste vorticose violentissime? Si formano sugli oceani e in prossimità dell’equatore. Se questa è la linea dell’equatore noi abbiamo oscillanti intorno all’equatore una fascia ove convergono gli alisei del nostro emisfero e dell’emisfero sud, meridionale. In questa fascia, quindi, per il contrasto di questi venti, inoltre per la fortissima evaporazione di questi oceani: atlantico, pacifico, indiano, sono dei mari caldi, caldissimi si possono formare dove proprio convergono gli alisei, delle piccole zone di bassa pressione. Sono delle depressioni quali vediamo noi sulla nostra carta. Ebbene, queste, seguendo le correnti del nostro aliseo, quindi procedono verso ovest, si ingigantiscono, formano degli ammassi cumuliformi enormi, sono veri e propri veri vortici, del diametro di 200-300 km con venti dell’ordine del centinaio di km e si muovono quindi verso le coste dei continenti: l’America e il Giappone. E poi per effetto della rotazione terrestre, deviano verso nord e vanno a prendere le zone meridionali degli stati uniti, Ecco l’origine in breve di questi uragani.”

7 commenti:

Anonimo ha detto...

GRANRE BERNACCA ...
Bernacca 4 Settembre 1974: Ecco come e dove si formano gli uragani/tornado!


"Dove si formano queste tempeste vorticose violentissime? Si formano sugli oceani e in prossimità dell’equatore. Se questa è la linea dell’equatore noi abbiamo oscillanti intorno all’equatore una fascia ove convergono gli alisei del nostro emisfero e dell’emisfero sud, meridionale. In questa fascia, quindi, per il contrasto di questi venti, inoltre per la fortissima evaporazione di questi oceani: atlantico, pacifico, indiano, sono dei mari caldi, caldissimi si possono formare dove proprio convergono gli alisei, delle piccole zone di bassa pressione. Sono delle depressioni quali vediamo noi sulla nostra carta. Ebbene, queste, seguendo le correnti del nostro aliseo, quindi procedono verso ovest, si ingigantiscono, formano degli ammassi cumuliformi enormi, sono veri e propri veri vortici, del diametro di 200-300 km con venti dell’ordine del centinaio di km e si muovono quindi verso le coste dei continenti: l’America e il Giappone. E poi per effetto della rotazione terrestre, deviano verso nord e vanno a prendere le zone meridionali degli stati uniti, Ecco l’origine in breve di questi uragani.”

QUINDI QUELLO CHE STA PER ARRIVARE E' UN FENOMENO METEO ARTIFICIALE

paolo zamparutti ha detto...

"non ne ho mai sentito parlare"
beh da non competente in materia non sorprende
in realtà la media è di 3 o 4 ad anno, da quando si ha memoria
giungono decisamente indeboliti, come succederà al prossimo, perchè transitano su acque fredde
https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/c/c5/Atlantic_hurricane_tracks_1980-2005.jpg
ma non sempre è così, a volte giungono ancora mostruosamente forti
come ben sanno gli spagnoli, che a causa di un uragano persero la guerra contro gli inglesi
https://it.wikipedia.org/wiki/Invincibile_Armata

Anonimo ha detto...

Suvvia, non facciamo i complottisti, la spiegazione razionale c'è ed è quì al link:

http://www.meteoweb.eu/2015/10/luragano-joaquin-minaccia-leuropa-i-precedenti-delle-tempeste-atlantiche-che-hanno-raggiunto-il-vecchio-continente/515878/

Preparatevi, così avrete un'ottima spiegazione, non importa se annegherete, l'importante è sapere no?
RNH


Carlo del pucci ha detto...

Tanto la merda dentro il culo non la rimettono.…....quindi; aspettiamo . Che via sia la mano antropica se ne stanno accorgendo in molti. Anche se molti anzi la maggioranza non riflette...tipo ,dopo la tempesta in francia nessuno lo ha collegato con la disgrazia della German Wings.Già non se parla più... Citata compagnia famosa per fumi in cabina. Quanto e quanti prodotti igroscopici sono stati irrorati nella zona ? Poi un calderone come il mediterraneo a due passi . Forse faranno passare il tifone per Gibilterra? Si mormora che l atlantico si stia raffreddando con quale energia si caricherà il tifone ? Se succederà allora E FINITA! Emigriamo su Marte...

Anonimo ha detto...

Ogni tanto qualche pilota muore all'improvviso mentre è in cabina che sta pilotando,come è successo anche ieri su un volo dell'American Airlines partito da Boston e diretto a Phoenix; è toccato al secondo pilota risolvere la situazione pericolosa che si era venuta a creare. Siccome i casi di morte improvvisa dei piloti di linea aerei sono già stati parecchi,ed essendo i piloti persone relativamente giovani ed in perfetta e ultra controllata salute(altrimenti non potrebbero pilotare un aereo di linea)a che cosa sono dovute queste morti improvvise in cabina??? Io potrei anche immaginarlo,ma lascio che ognuno tiri le proprie conclusioni.

jimmy veleno ha detto...

FORSE NON LO SAPETE MA IL 9 DI LUGLIO UN URAGANO ADISTRITTUO UNA PARTE DELLA RIVIERA DEL BRENTA IN PROVINCIA DI VENEZIA IN TERRA FERMA .

Anonimo ha detto...

http://terrarealtime.blogspot.it/2015/10/nubifragio-sulla-costa-azzurra-17-morti.html
Quì sopra un mio precedente commento e quì di seguito la conferma:
http://www.meteoweb.eu/2015/10/previsioni-meteo-attenzione-a-joaquin-la-prossima-settimana-potrebbe-arrivare-al-nord-italia-mappe/516894/
Ad ognuno le proprie considerazioni.
RNH

L'ORIGINE OCCULTA DELLA CRISI ECONOMICA CHE NESSUNO VEDE...(VIDEO)