30 ottobre 2015

Il sambuco – scopri questa pianta e dirai addio ai farmaci !!!





Raffreddore e congestioni nasali?

Chi l’ha detto che per guarire bisogna per forza rivolgersi alla farmacia.
Se si tratta di influenza stagionale il rimedio è a portata di mano ma soprattutto a portata di portafogli!!
Stiamo parlando dei benefici davvero importanti che si hanno con lassunzione di estratti di FIORI DI SAMBUCO.
Essi sono considerati un elemento indispensabile per curare NATURALMENTE i primi disturbi delle vie aeree. ADDIO RAFFREDDORE!

Il sambuco (Sambucus Nigra) è una pianta spontanea molto comune in Italia, rimedio prezioso fin dai tempi antichi, è citato nelle opere di Ippocrate, Teofrasto, Dioscoride e Plinio il Vecchio.
Della pianta di sambuco per questo impiego si sfruttano principalmente i fiori, ricchi di vitamine A, B1, B2, B3, B5, B6 e C, a cui si aggiungono flavonoidi, triterpeni, glicosidi, zuccheri e tannini. Le bacche, composte principalmente da acqua,carboidrati, fibre e sali minerali (potassio, magnesio, zinco, sodio e calcio), vengono solitamente usate in decotto per il loro immediato effetto lassativo.

-Dai fiori di sambuco si ricava un prezioso infuso in grado di favorire la sudorazione corporea quindi è adatto al posto di un’aspirina quando bisogna abbassare la febbre inoltre aiuta ad eliminare in modo naturale le tossina del nostro corpo.
–Le tisane di sambuco possono essere in generale un ottimo rimedio per i primi problemi delle vie respiratorie – come asma, tosse e raffreddore, mal di gola– poiché i flavoni della pianta hanno un effetto vasodilatatore che agevola l’eliminazione del muco in eccesso. In questo modo, potrete evitare di ricorrere a medicinali aggressivi durante un semplice raffreddore stagionale. Infatti, assumere una tisana di Sambuco vi permetterà di alleviare la congestione nasale e tornare a respirare liberi dal vostro raffreddore. La bevanda aiuterà le difese del nostro organismo a reagire in modo più efficace.
Possiamo aggiungere un cucchiaino di miele naturale di fiori d’arancio per potenziarne gli effetti e rendere la bevanda ancora piu’ gradevole.
In caso di raccolta in campagna, si raccomanda molta attenzione, poiche’ la varietà commestibile non deve essere confusa con varieta’ tossiche per l’uomo. Per questo motivo, è sconsigliato ricorrere al fai da te nella raccolta, meglio affidarsi all’ erborista di fiducia.
Qui sapranno consigliarvi estratti puri di Sambuco, vi daranno gli infusi adatti e potrete assumerli con tranquillità.

APPROFONDIAMO DI PIU’ SUL SAMBUCO

Il sambuco presenta proprietà medicinali-erboristiche riscontrabili nei frutti e nei fiori. Tutto il resto della pianta (semi compresi) è velenosopoiché contiene il glicoside sambunigrina (C14H17NO6, Numero CAS 99-19-4). Estratti da corteccia, foglie, fiori, frutti e radici erano usati nel trattamento di bronchiti, tosse, infezioni del sistema respiratorio superiore e febbre. Un piccolo (N=60) trial clinico pubblicato nel 2004 ha mostrato una riduzione della durata e della gravità dei sintomi para-influenzali in pazienti che assumevano un estratto di sambuco.



fonte: http://jedasupport.altervista.org/blog/curiosita/raffreddore-ecco-la-pianta-per-curarsi/

Nessun commento:

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!