10 ottobre 2015

Addio bollette! Ecco come produrre energia a costo zero!!!








Produrre energia pulita a costo zero per alimentare gli impianti di illuminazione e i dispositivi domestici, svolgendo allo stesso tempo una sana e regolare attività fisica. È quanto promette l’innovativa cyclette sviluppata da Manoj Bhargava, inventore anche di una nota bevanda energetica a base di caffeina.

Il macchinario è stato ribattezzato “Free Electric” e secondo Bhargava è in grado di generare in una sola ora di pedalata l’energia sufficiente a coprire i consumi medi giornalieri di un’abitazione. L’energia della pedalata aziona una turbina che genera elettricità e la immagazzina in una batteria.

L’imprenditore ha deciso di investire parte dei suoi introiti, 4 miliardi di dollari, nel finanziamento di nuove tecnologie energetiche in grado di rendere autosufficienti le case. Il progetto di ricerca mira a fornire tecnologie sostenibili ed economiche per la produzione di energia soprattutto agli abitanti dei Paesi più poveri, dove l’accesso all’elettricità è ancora difficile e costoso.

Già a partire dal prossimo anno Bhargava distribuirà 10 mila cyclette elettriche ai cittadini indiani più bisognosi. Le prime 50 cyclette verranno prodotte in India e distribuite in una ventina di villaggi indiani situati nello stato di Uttarakhand, nel Nord del Paese.

Successivamente la bici potrà essere prodotta su scala commerciale e venduta a soli 100 dollari. La cyclette è facile da usare e potrà essere riparata facilmente nelle ciclofficine. Grazie alle bici che generano energia migliaia di persone potranno finalmente avere la luce in casa e utilizzare gli elettrodomestici, semplicemente pedalando per un’ora al giorno.

L’imprenditore, originario dell’India, ha frequentato per un anno la Princeton University prima di abbandonare gli studi e proseguire in autonomia le sue ricerche. L’uomo ha progetti ambiziosi e oltre alla bici Free Electric lavora a impianti di depurazione dell’acqua marina a basso costo e nuove tecnologie per sfruttare in modo illimitato l’energia geotermica.

All’età di 62 anni l’inventore, che attualmente risiede in Michigan negli USA, sente di poter offrire ancora molto al mondo e soprattutto alle persone svantaggiate. In un documentario diffuso lunedì scorso dal titolo “Billions in change” Bhargava spiega che mettere le proprie ricchezze a disposizione dei più poveri è un imperativo morale:


Chi può fare qualcosa per alleviare le sofferenze delle persone più bisognose deve agire e non limitarsi a vane promesse.

2 commenti:

claude panzeri ha detto...

Talvolta le idee semplici sono le migliori! Anni fa ho suggerito ad una comunità di Hyppies e babacool alternativi in un villagio di montagna di adattare una dynamo agli animali di somma per produrre elettricità e non pagare più le bollette a l'Enel...

Anonimo ha detto...

si ma...dove la convogli l'energia???si dissipa e si perde nel tragitto, per di più non puo essere del tutto convertita(una buona percentuale si trasforma in calore).
Se fosse solo per animali, allora ok...li metti li e via(una lampadina sicuro va bene), ma se deve essere un umano...credo che debba pedalare ore per raccogliere tanta energia da illuminare una stanza per almeno un paio di ore!
Adesso non conosco bene la tecnologia del mezzo, ma ad oggi le dinamo sono sconveniente in questo modo!Troppo lavoro e poca energia accumulata.
Poi chissa...materiali innovativi, cicli diversi, accumulatori migliorati, dissipazione ridotta.....chissà, ma per ora non lo credo mooolto conveniente.
My two cents.

L'ORIGINE OCCULTA DELLA CRISI ECONOMICA CHE NESSUNO VEDE...(VIDEO)