27 ottobre 2015

80 anni, 2 tumori e 2 settimane di vita: “Sono guarito grazie alla cannabis”

80 anni, 2 tumori e 2 settimane di vita: “Sono guarito grazie alla cannabis”Quella di Stan Rutner è una storia che sta facendo il giro del mondo. Naturalmente non se parla in Italia, dove, anche se i più importanti giornali nazionali
cominciano a parlare di cannabis come medicina, certe notizie non trovano spazio nei canali ufficiali d’informazione.

Stan e sua moglie Barb avevano già avuto a che fare con i cancro in passato. Lei era riuscita a sconfiggere un cancro al seno mentre lui era riuscito a guarire da un linfoma non Hodgkin. Ma quando la malattia è tornata a bussare alle porte della loro esistenza, Stan era più vecchio e aveva creduto che fosse la fine. A quasi 80 anni gli è infatti stato diagnosticato un cancro al polmone che ha formato metastasi anche nel cervello.

I trattamenti radioterapici e chemioterapici che l’avevano salvato quando era più giovane sono troppo pesanti per il suo fisico. Riusciva a malapena a scrivere, aveva perso completamente la memoria a breve termine, perdeva peso, soffriva di atrofia muscolare, insonnia e mancanza di energia. Dopo un’altra sessione di cure senza successo, peggiora per una polmonite causata dall’infiammazione dovuta alle radiazioni e viene ricoverato in ospedale con un respiratore 24 ore su 24.

I medici consigliano a Stan il ricovero in un ospizio anticipandogli una prognosi nefasta: secondo loro aveva due settimane di vita.

La risposta di chi non si arrende arriva dalla figlia di Stan e da suo marito, che da qualche tempo si sta informando sulle possibilità terapeutiche della cannabis. La fortuna della famiglia Rutners è quella di vivere in California, il primo Stato americano in cui è stata legalizzata la cannabis per scopi medici. E così la medicina di Stan diventa l’estratto di cannabis, simile a quello che Rick Simpson sponsorizza da anni sostenendo che cura il cancro, sotto forma di pastiglie ed estratto liquido.

“Ha iniziato a sentirsi più energico e pieno di speranza – ha raccontato la moglie a Culture – iniziando a poter camminare di nuovo, prima con un deambulatore e successivamente da solo, senza nessun aiuto: si stava riprendendo rapidamente”.








Nel gennaio del 2013, nei risultati della risonanza magnetica di Stan si può leggere : “Nessuna evidenza di recidiva della malattia“. Il cancro era totalmente sparito sia dal polmone, sia dal cervello e Stan, che oggi è tornato ad avere una vita normale e fa quotidianamente esercizio fisico, usa ancora le capsule di cannabis, con un contenuto minore, per mantenersi. “Per i medici – chiarisce la moglie – è un miracolato, ma noi crederemo per sempre che sia stata la cannabis a cambiare le cose”.

Evidenze scientifiche supportano il fatto che sia THC (psicoattivo), sia il CBD (non psicoattivo), principi attivi della cannabis, possono causare la morte delle cellule tumorali per apoptosi. E secondo un recente studiodei ricercatori dell’Università degli Studi di Milano, il CBD potrebbe offrire un trattamento efficace senza effetti collaterali per il cancro al cervello: “Il CBD è un fitocannabinoide non psicoattivo che risulta privo di effetti collaterali. I nostri risultati supportano il suo utilizzo come un farmaco anti-cancro efficace nella gestione dei glomi”, scrivono gli autori. Intanto in America è partito il primo studio scientifico della GW Pharmaceuticals su pazienti umani volto ad indagare gli effetti anticancro di THC e CBD in una forma di cancro al cervello, mentre la stessa società in passato ha annunciato che è stata emessa una concessione preliminare dall’Ufficio brevetti degli Stati Uniti per una domanda di brevetto che prevede l’uso di THC e CBD proprio per il trattamento del glioma. 

Fonte cannabisterapeutica.info

 http://sapereeundovere.com

4 commenti:

Albino Galuppini ha detto...

mASSONERIA. sTANO CERCANDO DI FARE PASSARE LA DROGA LIBERA PER I PROFITTI DELLE MULTINAZIONALI DEL TABACCO. lO HO SCRITTO MOLTE VOLTE NEL MIO BLOG pianetax.wordpress.com

Anonimo ha detto...

SE FINISCE ALLE MULTINAZIONALI DEL TABACCO (UN NOME A CASO.......PHILIP MORRIS) COSA SI VENDERA' NEI TABACCAI , PACCHETTI DI SPINELLI,ZARSE,CIPPE,STRUSI,REEFER,MARINAR,GANJA,JAQUETA,,CABAN,CHAQUETON
ECC.? MA POI MI CHIEDO è SARO' MOLTO GRATO A CHI MI SAPRA' DARE UNA RISPOSTA SERIA..........MA QUESTE TERAPIE A BASE DI ERBA, SONO EFFICACI ANCHE SE QUES'T ULTIMA VIENE ASSUNTA NEL MODO BOB MARLEY? PERCHE' SE è COSI IO SONO IMMORTALE....AHAHAHA : )

Anonimo ha detto...

Sono capsule non spinelli,
hahahah....;-)
Cmq meglio che la chemio visto che è naturale.

Anonimo ha detto...

certo che siete proprio degli ignoranti(nel senso letterale del termine e non offensivo), ma che c'entra la philip morris!!madonna mia quanta ignoranza!!!In metà del mondo è consentita e in nessuno stato la philip morris ha voce in capitolo!!!Ma soltanto lo stato e le aziende piccole o grandi che producono canapa...la cannabis viene tassata come qualsiasi altro prodotto e funziona!Ci sono introiti in più(MILIARDI), posti di lavoro in più (MIGLIAIA) e senza il tabu canapa, essa viene usata in tutti i modi possibili, dalla medicina al tessile!!Ma siccome in italia cè gente bigotta(e i commenti sopra ne son la prova)...siamo condannati a essere sempre gli ultimi e rimetterci sempre!SVEGLIATEVI GENTE, con 8 miliardi l'anno di introiti si possono saldare i debiti regionali, aumentare i posti di lavoro e far del bene alla collettività, nonchè abbattere un grande quantitativo di denaro destinato alle cosche mafiose!Ma voi pensate solo allo sballo da film hollywodiano e non riuscite a vedere oltre il vostro naso!POVERA ITALIA!
PS: tra le mani questi giorni raccolgo le olive e le metto nei sacchi di canapa che mio nonno utilizzava da bambino!hanno 80 anni e neanche un segno di usura!!!!!!Oltretutto ho anche una corda sempre del 1920 circa.....regge un trattore in trazione e non si è mai rotta!!Stupendo materiale!
Ma voi pensate ai bonghi, alle canne e alla philip morris(cosa che non sta ne in cielo ne in terra!).
GENTE....INFORMATEVI INVECE DI SPARARE CAVOLATE!

Post più popolari

CONTRO LA CENSURA DI FACEBOOK ISCRIVETEVI SU TELEGRAM


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...