9 settembre 2015

La grande scoperta! Ecco in cosa potrà essere impiegato il veleno di VESPA. Chi lo avrebbe mai detto!Leggi


Veleno di Vespa antitumore
Già da tempo se ne parla tanto che nel 2014 gia su blastingnews. Inoltre è possibile leggere altre informazioni anche su Il Giornale,  Fanpage e sciencedaily  ma non solo. La scoperta è davvero eccezionale ed è destinata a far parlare di se per molto tempo soprattutto perchè cambierà molte cose. Tale scoperta è stata fatta da un gruppo di ricercatori dell’Università di Leeds, i quali hanno potuto constatare che questo particolare tipo di vespa, appartenente alla specie Polybia paulista, è solita proteggere se stessa dagli attacchi di altri predatori producendo uno speciale veleno che conterrebbe un potente ingrediente antitumorale.



Questi risultati preliminari sono stati pubblicati sul Biophysical Journal da un gruppo di ricerca anglo-brasiliano (PE and PS Lipids Synergistically Enhance Membrane Poration by a Host-Defense Peptide with Anticancer Properties) .

I ricercatori, guidati da Joao Ruggiero Netto dell’università del Brasibile e Paul Beales dell’ateneo di Leeds hanno identificato una tossina, chiamata MP1 e contenuta nel pungiglione di questa vespa Brasiliana, il suo veleno sarebbe in grado non solo di attaccare le prede dell’insetto, ma anche di colpire selettivamente le cellule tumorali presenti nell’organismo, senza arrecare danno a quelle sane. Questo perché MP1 danneggia le molecole di lipidi distribuite in modo anormale sulla superficie delle cellule malate. In quelle non attaccate dal cancro, invece, i grassi ‘bersaglio’ si trovano all’interno e quindi non entrano nel mirino di MP1.

Ecco cosa spiega Paul Beales, nonchè uno dei ricercatori:
“Le terapie del cancro che attaccano la composizione lipidica della membrana cellulare sarebbero una nuova classe di farmaci antitumorali. Questo potrebbe essere utile nello sviluppo di nuove terapie di combinazione, in cui vengono utilizzati contemporaneamente più farmaci contro il cancro attaccando diverse parti delle cellule tumorali allo stesso tempo.”

Forse questo può segnare l’inizio di una nuova fase… Attendiamo con ansia che vengano effettuate nuove ricerche per approfondire i benedici di questo veleno di Vespa.
Se i suoi benefici fossero realmente accertati, si potrebbe iniziare a sperare e a credere che i passi avanti possono essere fatti anche in ambito tumorale.

E’ strano infatti, che in un mondo così tecnologicamente avanzato, la medicina non abbia trovato ancora una soluzione più avanzata per sconfiggere o rallentale la proliferazione delle cellule tumorali.

FONTI: [http://conoscereinostrireni.blogspot.it/2015/09/dal-veleno-delle-vespe-possibile-arma.


http://jedasupport.altervista.org

Nessun commento:

L'ORIGINE OCCULTA DELLA CRISI ECONOMICA CHE NESSUNO VEDE...(VIDEO)