16 settembre 2015

Ci siamo. Il Pentagono annuncia presenze di truppe statunitensi sul territorio siriano













Con i russi presenti come consiglieri militari sul terreno a Latakia in sostegno della lotta del governo Assad al terrorismo, le tensioni tra il Cremlino e Washington potrebbero subire una nuova escalation con il Pentagono che annuncia la presenza di truppe statunitensi sul terreno in Siria. La motivazione ufficiale? Contribuire a combattere quell'ISIS che hanno creato, finanziato e fatto finta di combattere nelle ultime settimane.



"Assistere le forze curde" la scusa ufficiale degli Usa che peggioreranno inevitabilmente le relazioni con la Turchia di Erdogan (membro Nato) e che in realtà, scrive Zero Hedge, non cercano altro che un pretesto per un'escalation imminente con la Russia. Prosegue la contorta, pasticciata, criminale e sanguinosa politica estera di Obama in Medio Oriente.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Obama,premio Nobel per la pace.

Anonimo ha detto...

Mi risulta che nobel, sia colui che ha inventato la dinamite, un dinamitardo; obama pertanto si dovrebbe chiamare premio nobel per dinamitardi, giusto?
RNH

IO con me ha detto...

Obama è agli ordini di chi sta sopra , volente o nolente

Anonimo ha detto...

Obama esegue gli ordini che gli impartiscono...
adesso i presidenti Usa sono solo un selfie.

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!