1 agosto 2015

19enne israeliano, "vado in carcere per non bombardare' Gaza"


GAZA SOLDATO BIS“Israele può continuare questa occupazione, ‘but not in my name’, non nel mio nome”. Ha le idee chiare Udi Segal, 19 anni, israeliano. Disertore. L’accusa – come scrive il Fatto Quotidiano - è aver rifiutato di arruolarsi nell’esercito. Per questo finirà in carcere, ancora non si sa per quanto.

Udi non è l’unico. Finora sono almeno 50 i soldati dell’Israel Defense Force che si sono rifiutati di partecipare all'operazione militare. Il perché lo hanno scritto in una lettera al Washington Post: “Ci opponiamo – scrivono – all’esercito israeliano e alla legge sulla leva obbligatoria perché ripudiamo questa operazione militare”.

Udi la pensa come loro. “L’appoggio del paese alla politica del primo ministro, Benjamin Netanyahu, è ancora forte – spiega, sentito dal Fatto – Ci sono molte persone, però, che sono stanche di questa guerra. Solo tra i miei coetanei, conosco almeno 120 o 130 ragazzi che hanno preso la mia stessa decisione”.

“Quando mi sono avvicinato all’età della leva obbligatoria – racconta ancora il giovane – ho iniziato a leggere, studiare e documentarmi sul conflitto tra Israele e Palestina. È più di un anno che mi informo sui giornali e studio la storia, e ho deciso che non posso prendere parte a questa occupazione”.

“Non so ancora di preciso quanto rimarrò in carcere – continua Segal - anche se la pena prevista in questi casi è di circa 6 mesi. Non basterà questo a farmi cambiare idea in futuro”. 

http://www.huffingtonpost.it/2014/07/28/udi-segal-19enne-israeliano-disertore_n_5626437.html

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Coraggio Udi Segal, non sei solo, hai tutto il Nostro amorevole appoggio energetico, tutto passa, vedrai.
Approfitta del tempo in cella per centrarti e ritrovare le Tue latenti capacità.
RNH

Anonimo ha detto...

Onore a questo ragazzo, anni fà lessi la storia di un mio lontano parente, epoca I guerra mondiale, lui frequentò la scuola ufficiali appena mandato alla realtà delle trincee preferì spararsi piuttosto che continuare l'assurdità della guerra, in tali casi per me non si può parlare di suicidio ma di gesto eroico.

Anonimo ha detto...

Anche la sicronicità 22:22 lo dice; concordo con tale commento.
Credo sia utile ricordare che siamo Esseri di luce amorevole che non abbiamo nulla a che fare con certe attività portate avanti da chi vuole "altro".
Amici!!! togliamo loro il Nostro consenso ed i modi per farlo non mancano certo.
RNH

Anonimo ha detto...

madonna che fulminato sto rnh!Dà amorevoli appoggi energetici :O, "centrarti per ritrovare le latenti capacità" :O :O, ma la ciliegina sulla torta è la "sincronicità 22:22" :O :O :O, "siamo esseri di luce amorevole" certo certo...e io che pensavo che fossimo di "luce sofferente" hihihi; ah rnh credo tu abbia bisogno di cambiare spacciatore e farti fare na visitina.

Onore al parente del secondo commento, un gesto così estremo fa capire quanto dolore e confusione possa regnare tra chi capita in quelle situazioni, che non possiamo neanche lontanamente immaginare e speriamo non doverle immaginare mai.

Anonimo ha detto...

Il fatto è che sono pochi coloro che non si piegano.

Anonimo ha detto...

Se potessero uccidere tutti, infine si morderanno tra loro finché ne resterà uno soltanto che farà poi suicidio, perché sarà l'unica esperienza non ancora fatta.
I miei commenti non sono destinati a costoro per il semplice fatto che per quanto grande sia il clamore del diniego, ciò che merita di vivere vive.
Vivete pure nell'inferno nel Vostro Cuore, forse poi magari una situazione leggermente migliore potrebbe sembrare un paradiso.

A Tutti un caro saluto.
RNH

Anonimo ha detto...

vedi RNH, in qualche articolo precedente hai detto la stessissima cosa, come se su questo sito tu dovessi per forza dire la tua e inculcarla agli altri(HAI SCRITTO LO STESSO COMMENTO), allora ti informo che il sito non è di tua proprietà, tu non devi per forza di cose insegnare a noi altri come si vive(alla maggior parte non interessa minimamente), se ti rispondiamo cose che non gradisci, mi dispiace ma il mondo è vario, e tu non sei nessuno per poter sempre controbattere con tutti; sembra che tu sia il messia sceso in terra e che devi per forza di cose diffondere un credo...EH VIVI LA TUA VITA E NON AMMORBARCI TUTTI!!
Se tu credi nel cuore compassionevole e nella spiritualità, buon per te, ma ti informo che io senza le tue "cose strane" vivo felicemente con il prossimo senza nessun problema e nessun tornado o devastazione mi ha attaccato, niente che possa sembrare un castigo divino(a parer tuo sembra che tutto ciò che non è in regola con quello che fai tu, prima o poi DEBBA ESSERE SPAZZATO VIA...questo la dice lunga su te e su quello che professi)!
PS: non serve che rispondi con i tuoi soliti toni da teologo squinternato, non ne abbiamo bisogno, grazie e buona giornata.

NUOVA ZELANDA: LAMPI DI LUCE SQUARCIANO IL CIELO DURANTE IL TERREMOTO!!!