27 novembre 2013

Bosnia: un gigantesco sinkhole inghiotte un intero stagno e continua ad espandersi!

27 novembre 2013 - Una voragine è apparsa una decina di giorni fa nella cittadina di Sanica (Bosnia) nel luogo dove fino a una settimana prima si trovava uno stagno pieno di pesci circondato da prati verdi dove venivano portate le mucche a pascolare. Un'immagine agreste che ora lascia spazio alla desolazione di un buco di 50 metri di diametro e di 30 metri di profondità, contro i 20 metri di diametro e 10 di profondità dello stagno svanito. 


E a preoccupare gli abitanti della cittadina è che quello che hanno soprannominato "abisso" sembra allargarsi ogni giorno di più.
Gli esperti non si sono allarmati. Capita più frequentemente di quanto si pensi - hanno spiegato - che uno stagno si prosciughi a causa del prosciugamento delle falde acquifere o a cambiamenti nel drenaggio del terreno dovuti alle irrigazioni agricole. 

Ma l'immagine dello stagno vuoto, coi pesci che saltavano in ogni direzione e alberi precipitati sul fondo "come trascinati da un gigantesco uncino" è stata troppo drammatica per gli abitanti di Sanica. Si sono diffuse anche altre ipotesi, decisamente meno rassicuranti, come la nascita di un nuovo vulcano, l'esplosione di un residuato bellico della seconda guerra mondiale, l'ingresso a una cava nascosta o il tentativo del defunto proprietario di portarsi il laghetto con sè: "solo qualche giorno prima che Hasan scomparisse aveva detto che avrebbe portato ogni cosa con sé al momento della morte ed è quello che ha fatto - ha spiegato un abitante del villaggio -. Sua figlia lo ha visto camminare vicino allo stagno la notte in cui è morto".

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ma questi sinkhole che si aprono all'improvviso in ogni parte del mondo e che a volte sono giganteschi,perfettamente sferici e molto profondi...a me è venuto un dubbio...ho notato la coincidenza dell'inizio del fenomeno con l'inizio degli esperimenti al CERN di Ginevra dell'accelleratore di particelle.Non avranno mica combinato qualche "cappellata"? Ed anche un dubbio ed un timore mi sono venuti:se sprofondano sottoterra un intero lago,interi caseggiati,boschi,non potrebbero un domani anche sprofondare sottoterra addirittura intere città? A pensarci bene c'è da rabbrividire del fatto che non siamo sicuri del terreno su cui poggiamo i piedi e del fatto che potrebbe succedere sia quando siamo nelle nostre case che quando siamo per strada in macchina,come purtroppo è già successo a molte persone nel mondo.

Post più popolari

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...